ITALNOLO NOLEGGIO: tel. 0432 820053 email codroipo@italnolo.it Bortolotti.org Codroipo UD
Italnolo Giardinaggio Italnolo Ricevimenti Italnolo Strumenti di misurazione Italnolo Trasporti Italnolo Elettroutensileria Italnolo Segnaletica stradale Italnolo Cantieristica civile Italnolo Cantieristica stradale Italnolo Generatori e motosaldatrici Italnolo Compressori Italnolo Produzione Italnolo Sollevamento Italnolo Scavi e movimentazioni Italnolo Franchising Codroipo
Italnolo Giardinaggio Italnolo Ricevimenti Italnolo Strumenti di misurazione Italnolo Trasporti Italnolo Elettroutensileria Italnolo Segnaletica stradale Italnolo Cantieristica civile
Italnolo Cantieristica stradale Italnolo Generatori e motosaldatrici Italnolo Compressori Italnolo Produzione Italnolo Sollevamento Italnolo Scavi e movimentazioni Italnolo Franchising Codroipo

Termocamera ad Infrarossi Flir B40


La termocamera FLIR B40 è la soluzione professionale per effettuare esami termografici di livello professionale.
Semplice, ma di livello qualitativo tra i migliori per le applicazioni portatili, vi permetterà di risolvere problemi di varia natura, dalle perdite idriche, alle dispersioni di calore, alle infiltrazioni, alle analisi su apparecchiature elettriche, fino a ispezioni su motori e turbine per l'analisi di sovraccarichi o malfunzionamenti.
FLIR è marchio leader nel mondo della termografia, ogni volta che in tv vedrete immagini all'infrarosso (aerei da combattimento, documentari scientifici, e simili) vedrete sempre il marchio Flir nelle riprese.
Una termocamera è la soluzione ideale per:
  • misurare il surriscaldamento di apparecchiature elettriche e meccaniche,
  • valutare l'efficienza energetica degli edifici,
  • rilevare anomalie nel sistema di condizionamento dell'aria,
  • rivelare infiltrazioni di umidità,
  • individuare dispersioni di calore o di liquidi.
COS'E' LA TERMOGRAFIA?
Ogni oggetto con una temperatura sopra lo zero assoluto (0 Kelvin = -273,15 °C) emette raggi infrarossi. Questi raggi infrarossi sono invisibili all’occhio umano.
Come ha dimostrato il fisico Max Planck nel lontano 1900, esiste una correlazione tra la temperatura di un corpo e l’intensità dei raggi infrarossi che emette.
Una termocamera misura i raggi infrarossi a onda lunga ricevuti nel suo campo visivo. In base a questi, calcola la temperatura dell’oggetto da misurare. Il calcolo tiene conto dell’emissività (ε) della superficie dell’oggetto di misura e della compensazione della temperatura riflessa (RTC = reflected temperature compensation), entrambe variabili che possono essere impostate manualmente nella termocamera.
Ogni pixel del rilevatore rappresenta un punto termico che viene mostrato sul display come un’immagine in falsi colori (cfr. “Area di misura e distanza di misura”, p. 13).
La termografia (misura della temperatura con una termocamera) è un metodo di misura passivo, senza contatto. L’immagine termica mostra la distribuzione della temperatura sulla superficie di un oggetto.
Per questa ragione, con una termocamera non è possibile vedere dentro o addirittura attraverso gli oggetti.
(tratto da Guida Tascabile alla Termografia della Flir)
E' appunto con un'operazione di interpretazione della radiazione infrarossa trasmessa che in alcuni casi possiamo avere l'impressione di vedere qualcosa attraverso qualcos'altro. Come la luce passa attraverso un vetro, così il calore può trasmettersi attraverso gli oggetti; ma in entrambi i casi, l'oggetto intermedio resta.
Nella seguente foto potete vedere una sagoma più chiara rispetto ad uno sfondo più scuro: la sagoma più chiara, che è quella che trasmette più infrarossi alla termocamera, ovvero che rappresenta un oggetto molto più caldo della zona attorno, è un piccolo animale che si trova dietro ad una parete di legno di circa 1 cm di spessore. Il calore del corpo dell'animale, trasmesso al legno, permette di rilevare la sua sagoma sul legno: non si vede attraverso il legno, ma la trasmissione di calore permette di identificare in parte ciò che vi è di calorico dietro il legno.

IN BREVE
Ogni oggetto la cui temperatura sia superiore a -273°C emette calore sotto forma di radiazione infrarossa. La radiazione infrarossa è una "specie" di luminosità con frequenza inferiore a quella visibile: l'occhio umano non la vede, la termocamera si. Esiste un rapporto preciso che permette di misurare l'intensità della radiazione infrarossa emessa da un oggetto ed ottenerne la temperatura, ed è ciò che fa la termocamera la cui funzionalità è dunque sdoppiata: ci permette di avere una visione della radiazione infrarossa; ci permette di misurare una temperatura.
Siccome la radiazione infrarossa viene emessa da un corpo, la temperatura viene misurata nel punto dal quale parte questa radiazione per essere intercettata dalla termocamera, e questo punto sarà sempre la SUPERFICIE dell'oggetto.
Ritornando al principio e facendo un esempio: un tubo di acqua calda interno a una parete emette calore, il calore si propaga nella parete fino alla superficie di questa e da qui la radiazione infrarossa viene emessa e quindi "vista" dalla termocamera. Ciò che VEDREMO sarà dunque l'ombra di calore del tubo sulla superficie della parete, non il tubo; ciò che MISUREREMO sarà dunque la temperatura sulla superficie della parete, non la temperatura del tubo.
Se dobbiamo rilevare la dispersione di un circuito elettrico, avremo una rilevazione diretta poiché avremo la misurazione diretta sul circuito; se dobbiamo rintracciare un tubo di acqua calda sottoparete, avremo una rilevazione indiretta poiché avremo la misurazione non del tubo ma della parete.
RILEVAZIONE TRACCE DI CALORE
Un altro esempio utile a capire la potenza di questa macchina, e la capacità incredibile che ha di individuare fonti di calore: alle 18:46 abbiamo tenuto una mano appoggiata per circa 10 secondi sul nostro bancone di legno, quindi l'abbiamo tolta ed abbiamo cominciato ad osservare l'ombra rilasciata dal calore della mano. Notate come alle 18:52 si riescano ancora ad individuare i segni dei polpastrelli, e il palmo sia ancora chiaramente identificabile.
Si capisce dunque che il tasso di calore rilevabile è incredibilmente alto e che anche le tubazioni più profonde, ove riescano a trasmettere il calore - ad esempio - dell'acqua che vi scorre, saranno sempre individuabili.


DATI TECNICI
Intervallo di temperatura: da -20°C a 120°C
Accuratezza di rilevamento: +/-2°C o +/-2% della lettura
Sensibilità rilevamento: 0,1°C
Monitor: 3,5" LCD colori
Modalità di visualizzazione: termica, visuale, mista
Modalità di misurazione: a "spot" (centrale); ad area (min/max in una sezione)
Autonomia batteria: max 5 ore
Memorizzazione: memoria est. USB - scheda SD - formato JPG

VIDEO UTILI DA YOUTUBE:
VIDEO FLIR introduttivo alla termografia:

VIDEO con immagini riprese proprio da una B40:

LA TERMOGRAFIA NEGLI EDIFICI:

GUIDA FLIR ALLA TERMOGRAFIA:

LA TERMOGRAFIA IN CAMPO EDILE:

LA TERMOGRAFIA: APPLICAZIONI INDUSTRIALI E CIVILI:

Materiale allegato

  • Flir B40.PDF
  • Guida Rapida.pdf

  • Le immagini mostrate potrebbe non essere corrispondenti al prodotto reale ma essere solo esemplificative.

    SCOPRI ORA COSA FARE PER NOLEGGIARE. E' SEMPLICE!

    Contattaci ora!

    Puoi anche chiamarci al numero +39 0432 820053
    Nome:
    E-mail:
    Telefono:
    Provincia: Si tenga presente che il ritiro e la restituzione vanno sempre fatti presso il nostro centro di Codroipo (UD) e che non effettuiamo spedizione delle attrezzature.
    Azienda:
    Durata nolo:
    Attenzione: per i veicoli, indicateci il chilometraggio indicativo e possibilmente anche la destinazione.
    Testo:
    Anti-spam:
    Consenso: Inviando questo messaggio acconsenti al trattamento dei tuoi dati per le finalità richieste secondo quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003 e Regolamento UE n. 2016/679 e dichiari di aver preso visione della nostra privacy policy